Manutenzione moto: smontaggio air-box…

Tutto era incominciato dalla semplice idea di pulire il filtro aria… Poverino, 15000 km in circa 2 anni dalla scorsa lavata: gli toccava!
Poi, però, come spesso succede quando inizio ad avere in mano un cacciavite… una cosa tira l’altra… Certo, potrei pulire un po’ i carburatori, ricordi in pieno inverno che faticava ad accendersi?
E allora via! Si toglie la batteria, si staccano una serie di connettori dell’impianto elettrico (speriamo di ricordarsi il giusto ordine nel riconnetterli!), si svitano un po’ di bulloni qua e là, si sfilano due o tre tubi di sfiati vari e, tra una bestemmia e l’altra, smollando le fascette che stringono l’airbox ai carburatori… si arriva ad avere in mano questo mezzo-quintale di monoblocco in plasticaccia! E pensare che se ne potrebbe fare a meno, montando dei più racing filtri conici… va beh, per ora accontentiamoci… per ora!
Nel frattempo la batteria viene rabboccata… La stronza ogni tanto sputacchia dallo sfiato e siccome il tubo ad esso collegato come spesso succede si sfila… Beh, l’acido va a finire sul telaio e sul carter motore, macchiandoli in modo definitivo… E ri-va beh, è un po’ vissuta…
Ma ritorniamo all’impianto di “respirazione artificiale” della mia moto… Ecco i carburatori, con in bella vista la valvola a diaframma, che con un dito sollevo e la valvola a farfalla, che muovo agendo sulla manopola del gas… Un po’ di merda, poca e forse tutta dovuta al mio lavoro attuale, era depositata sulle valvole a farfalla… Con delicatezza e la sudorazione a palla cerco di toglierla con le dita… Se lasciata lì prima o poi va nei condotti di aspirazione e poi direttamente nei cilindri! Okkakkio!
Per ora mi fermo qui: probabilmente domani (ora sono stanco), rimonterò tutto… Pulendo accuratamente le parti facilmente raggiungibili… Per la pulizia dei carburatori, smontandoli e portandoseli in camera… beh, ci devo pensare ancora un po’… Mi devo documentare per bene…
Come potete vedere sto andando avanti con lo smontaggio, contrariamente a quanto avevo deciso ieri…
Dopo due giorni di lavoro (a tratti, non ho fatto solo quello, anzi…) la moto è di nuovo funzionante! Lo sanno bene i vicini, dato che per verificare il perfetto funzionamento del tutto ho “dovuto” tirare due o tre sgasate decise!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...