Manutenzione forcella Marzocchi All Mountain 1

Per gli affezionati della ditta bolognese (io sono uno di questi) questa è stata una delle forcelle che hanno fatto la storia… questo modello è del 2005, steli da 32 mm di diametro, ETA per accorciare istantaneamente la forcella per affrontare meglio le salite più ripide, TAS per regolare la corsa massima a 150 o 130 mm, TST5 per selezionare la frenatura in compressione che più si addice al percorso o al vostro stile di guida, elemento elastico principale a molla con camera in pressione ad aria per settare a piacimento il comportamento del TST… insomma, non manca nulla, anzi, forse è fin troppo complicata! Infatti sul web tutti ne sono entusiasti, ma lamentano qualche difficoltà nel trovare il giusto settaggio. Bisogna essere dei collaudatori per cavarsela!
Ma veniamo al dunque: era da mesi che gliel’avevo promesso e, come previsto, il lavoro si è rimandato ad inizio stagione (quando invece volendo si poteva fare con tutta calma nella pausa invernale!).
Tant’è, finalmente la forcella è nelle mie mani e posso iniziare a smembrarla. Noto subito che il blocco idraulico con comando remoto al manubrio non funziona. E non noto nemmeno differenze nel selezionare le diverse “opzioni” del TST… vuoi dire che c’è qualcosa a quella cartuccia?
Come al solito per separare i foderi dagli steli bisogna svitare i dadi esagonali che si trovano in fondo ai due foderi… e come in tutte le Marza bisogna utilizzare una chiave sottile in quanto le viti sono incassate in uno spazio ristretto… per fortuna ho sempre con me la mia fida chiave a tubo “fresata a mano” ad hoc per questo utilizzo!
Altro intoppo eventuale è il tappo della cartuccia TST che è probabilmente per chiavi esagonali non metriche ma anglossassoni (infatti la 22 è stretta e la 23 è larga!). Poco male, chiave a rullino e via.
Per il resto è abbastanza semplice, anche se forse un pelo più complicata rispetto alle altre che ho aperto (e adesso inizio ad averne di esperienza in merito).
Il problema è che effettivamente la cartuccia TST ha un problema: in essa infatti è presente un “polmone” di gomma che si può dilatare per compensare l’ingresso dello stelo nella cartuccia… insomma, fa da camera di compensazione. Ebbene, questa gomma si è in parte deformata e questo fa si che un parte non vada in battuta sulle guarnizioni apposite e quindi questo permette all’olio contenuto nella cartuccia di trafilare… ed è per questo che il blocco non funziona più, perchè la cartuccia non era più ermetica ed entrava aria, uscendo olio… il casino sarà riuscire a procurarsi quella parte o sistemarla in qualche modo. Vedremo, per ora mi fermo qui.

Aggiornamento: ho provato a sigillare il polmone in gomma tirandolo con del fil di ferro… TIENE! Ho provato infatti con dell’acqua (ok, domani provo con l’olio, era per non sprecarlo) e il polmone si gonfia e si sgonfia a dovere, senza perdere dal punto incriminato! L’idraulica reagiva alle variazioni delle regolazioni, con il blocco inserito però si comprime comunque, ma penso sia dovuto al fatto che non ho spurgato per bene la cartuccia nel riempirla per prova con l’acqua e quindi quel po’ di aria imprigionata dentro fa si che non si blocchi… domani o al massimo lunedì prova seria con olio e spurgo… e se funziona son 100 euro risparmiati di lavoro in Marzocchi, o 170 di pezzo nuovo!
Ecco un mio video esplicativo (si poteva fare meglio…)

Altro aggiornamento: FUNZIONA!!! ED E’ UNA MERAVIGLIA DI FORCELLA, COME PREVEDEVO! Quando Enzo la cambia gliela prendo io! Super sensibile, corsa infinita… ok, l’ho provata nel cortile di casa mia 5 minuti (non escludo che domani vada a farmi un giro di test, me lo merito!). Merito di una domenica di pioggia, mi sono dedicato completamente a questo lavoro. E’ abbastanza complicata, ma con calma, pazienza e ragionamento si risolve tutto. Certo, bisogna vedere se la riparazione con il fil di ferro reggerà un utilizzo continuo tipico di una nostra uscita… ma sono fiducioso, non credo che sia sottoposta a grandi pressioni la famosa membrana/polmone. Vedremo. Comunque la mia prossima forcella ho “paura” che sarà a molla! E l’ETA (meccanismo che accorcia la forca per la salita) è semplicemente fenomenale, ma l’avevo già provato su un’altra forcella e già me ne ero innamorato. Marzocchi per il prossimo anno sta provando forcelle con un nuovo ETA e voci dicono che funzioni benissimo. Sperando che il prezzo non sia eccessivo, hanno già un cliente prenotato!

Una risposta a “Manutenzione forcella Marzocchi All Mountain 1

  1. ciao, mi chiamo Giuseppe… intanto complimenti per la spiegazione su come hai riparato il tst, molto interessante bravo!!!

    quello che mi piacerebbe sapere, sempre senza inpegno, o se hai già delle spiegazioni belle è pronte, su come aggiungere o togliere gli spessori per modificare la corsa e l’altezza… mi spiego meglio, sembra che la forcella in questione sia proprio uguale alla mia “marzocchi bomber all mountain sl 2006 (no eta)” quello che voglio fare accorciare la corsa, adesso è 150mm anche se misurando mi da 158mm circa vorrei portarla a 140mm, e se ho ben capito bisognerebbe aggiungere degli spessore nello stelo sx, solo che essendo moooolto novello in mtb non vorrei fare danni smontando la forca, mi daresti delle delucidazioni? scusa il disturbo!

    ciao… Giuseppe

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...