Adula (via Malvaglia)

Sabato finalmente io, Fabiano ed Edoardo abbiamo raggiunto una cima che da almeno 2 anni avevamo nel mirino… niente di estremo, anche se facendola “in giornata” risulta abbastanza impegnativa (1830 m di dislivello accumulato).

Si era parlato di salirla dalla via normale con avvicinamento in mtb dalla val Carassino… poi è spuntata quest’altra idea: percorrere la cresta S-SW lungo la via Malvaglia, per poi scendere in traversata dalla normale, risalendo poi al passo del laghetto e scendere nuovamente in val Malvaglia passando dalla capanna Quarnei.

La cresta (sebbene spesso non si stia esattamente sul filo di cresta) è facile, nei tratti più esposti ci sono delle funi e nel canalino più impegnativo (III) c’è una catena, che abbiamo usato a mo’ di ferrata per assicurarci. Usciti dalla cresta rocciosa siamo saliti, prima a zig zag, poi dritti per la massima pendenza, sul ghiacciaio. Raggiunta la cresta sommitale, ancora innevata, per facili passaggi di misto siamo giunti in vetta dopo 5 h. Scesi dalla normale su ghiacciaio, siamo poi arrivati al bivio per scendere alla capanna UTOE o per risalire al passo che poi ci avrebbe riportati alla valle di partenza. La corda da 60 m nello zaino mi ha un po’ distrutto le spalle, ma è stata molto appagante… Qui le mie foto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...