Cima di Sassalto (trekking)

riflessi

riflessi

Alle 22:30 io e Antonella siamo a Fusio, in val Maggia, dove ci attendono, nel bel ostello del paese, gli accompagnatori e 2 corsisti del corso di introduzione alla montagna tenutosi questa primavera. Polenta e bruscitt, spezzatino di cinghiale, dolci a palate ci saziano all’inverosimile.

Al mattino seguente, dopo un altrettanto ricca colazione, finalmente si parte a piedi. La meta “obbligatoria” è il lago di Mognola, per poi passare con un giro ad anello dall’acquedotto di Canàa. Meta opzionale, caldamente appoggiata dal sottoscritto, la cima di Sassalto (2427 m), raggiunta da un folto numero di partecipanti, seguendo la nuova via Tavernelli, riconoscibile facilmente dal fatto che sale dritta per la massima pendenza, indipendentemente dal fatto che sotto i piedi ci siano rododendri o massi instabili🙂 .

Meteo splendido (alla fine eravamo in maglietta a maniche corte), panorama magnifico su moltissime cime della Svizzera.

Pranzo veloce in cima e poi giù, facendo attenzione a non ruzzolare giù da questi ripidi ed infidi pendii erbosi. Ci ricongiungiamo così con il resto del gruppo, che era rimasto a crogiolarsi al sole nei pressi di una baitella isolata (corte Canàa). Da lì, seguendo il bel acquedotto storico restaurato, ritorniamo a Fusio.

Qui le mie foto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...