Punta Marani e punta Gerla

la cresta per la Marani

la cresta per la punta Marani

Qui le mie foto. Qui quelle di Marco.

1500 m di dislivello, con uno sviluppo di una quindicina di km… pendii sostenuti, cresta finale a tratti esposta… e poi dal colle Marani si può puntare alla doppia cima: prima la Marani, poi, una volta che Antonella è arrivata al colle, la Gerla, in sua compagnia. Questo è vero scialpinismo!

La discesa è appagante, soprattutto nei punti in cui la neve è cotta al punto giusto. Breve tratto di portage sotto alla presa dell’acqua, poi di nuovo sci ai piedi fino al Devero. Meteo: sole, ma con un vento a tratti fastidioso (al colle soprattutto).

Con questa gita supero il mio “record” personale di gite in una stagione… Attualmente sono a 18 gite, punto a sfondare il muro delle 20 uscite. Niente di eccezionale, ma da ingegnere mi esalto anche con un po’ di statistica!🙂

L’anno prossimo si punta al Cervandone, di cui la discesa è praticamente in comune (se si fa la traversata).

Contentissimo per Antonella, che è riuscita, col suo passo, a raggiungere il colle e a venire in cima. 21 gite all’attivo (dallo scorsa stagione, la sua prima), non male la signorina! Spararsi una gita BSA del genere non è propriamente da principianti, bravissima! Grazie anche a Fabiano che l’ha seguita in discesa cercando di correggerle i difetti della sciata. Come è normale che sia, a me non da ascolto!🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...